Il rapporto di lavoro sportivo professionistico

Gli avvocati di SportLegal sono specializzati nella redazione di tutta la contrattualistica relativa ai rapporti di lavoro intercorrenti tra sportivi professionisti e società o associazioni sportive.

Ai sensi della legge 91 del 1981, per essere qualificati come sportivi professionisti, occorrono tre requisiti:

  • la continuità dell’attività sportiva;
  • l’onerosità di essa;
  • la qualificazione attribuita dalla Federazione competente in base alle direttive del C.O.N.I.

Solo le società sportive possono stipulare contratti con atleti professionisti a condizione che

  • siano costituite come S.p.a. o S.r.l.;
  • svolgano esclusivamente attività sportive o attività ad esse connesse;
  • destinino una parte degli utili, non inferiore al 10% a scuole giovanili di addestramento e formazione tecnico-sportiva.

La legge prevede una presunzione assoluta, valida solo per gli atleti professionisti, di rapporto di lavoro subordinato con le società di appartenenza escludendo, conseguentemente la sua applicazione nei casi in cui la prestazione è resa gratuitamente.

Il contratto di lavoro sportivo professionistico:

  • può essere negoziato direttamente dal professionista o per il tramite di un procuratore;
  • deve essere stipulato per iscritto e deve seguire il contratto tipo conforme all’accordo stipulato ogni tre anni dalle varie Federazioni e dai rappresentanti di categoria;
  • deve essere depositato a cura della società presso la Federazione competente per riceverne l’approvazione;
  • deve prevedere una clausola specifica che vincoli il professionista al rispetto delle istruzioni tecniche e delle prescrizioni impartite dalla società con l’obbligo speculare di quest’ultima di consentirgli di partecipare agli allenamenti e alla preparazione atletica;
  • può prevedere una clausola compromissoria finalizzata a deferire ad un collegio arbitrale le controversie insorte tra gli atleti e le società;
  • non può prevedere alcun patto di non concorrenza successivo alla risoluzione del rapporto.